Laurearsi

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale che consiste nella presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore, davanti a una commissione di docenti, composta secondo quanto previsto dal Regolamento didattico di Ateneo.

Sessioni di laurea

Prossima Sessione di laurea AA 2020/21

Dal 2 al 10 dicembre 2021 

Collegamenti in streaming alle sedute di laurea

Sessioni di laurea AA 2020/21

Dal 12 al 30 luglio 2021 (anticipo inizio sessione per gli iscritti al concorso delle Scuole di Specializzazione)

Dall'11 al 22 ottobre 2021

Dal 2 al 10 dicembre 2021 (straordinaria)

Dal 7 al 18 marzo 2022

 

Dopo la laurea
L'abilitazione alla professione, cerca un corso per proseguire gli studi o lavorare come assegnista di ricerca
Cercare un lavoro / fare uno stage
Orientarsi al lavoro, come affrontare un colloquio, registrarsi ad Almalaurea, scoprire le offerta di lavoro

La prova finale

La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia consiste nella discussione, davanti a una commissione d’esame, di una tesi scritta in lingua italiana o inglese, elaborata e redatta dallo studente in modo originale, sotto la guida di un docente e su un tema rientrante in una delle discipline presenti nel manifesto degli studi.

La tesi di laurea, i cui contenuti vengono esposti nell’ambito di una dissertazione pubblica, nella quale lo studente sappia dimostrare padronanza di metodo e capacità di affrontare i problemi in modo autonomo e critico.

La tesi di laurea può essere delle seguenti tipologie:

  • Tesi di ricerca
  • Tesi compilativa

Ammissione alla prova finale

Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve:

  • aver acquisito tutti i crediti previsti dall’Ordinamento didattico, con l’esclusione dei 18 acquisibili con la prova stessa;
  • aver svolto con valutazione positiva il TPVES

Scadenze per la domanda di laurea

  • almeno 6 mesi prima della data di inizio della sessione in cui intende sostenere l’esame di laurea, presentare il titolo della tesi e relatore;
  • almeno trenta giorni prima della data di inizio della sessione in cui intende sostenere l’esame di laurea, inserire la domanda di laurea;
  • almeno  i dieci  giorni prima dello svolgimento della prova finale: superare tutti gli esami previsti dal piano di studi e consegnare i documenti validi ai fini dell’attribuzione di punteggi aggiuntivi.

 

Votazione

A determinare il voto di laurea, espresso in cento decimi, concorrono i seguenti elementi:

a. media aritmetica in 110emi dei voti ottenuti con gli esami di profitto

b. punteggi aggiuntivi dati da:

  1. numero lodi: 0,2 per lode fino a un massimo di 2 punti
  2. performance al Progress o Training Test: 0,4 punti per ogni test con punteggio totale superiore alla media della coorte di appartenenza dello studente fino a un massimo si 2 punti
  3. durata del corso: 2 punti per chi si laurea entro 6 anni e 1 punto per chi laurea entro 7 anni;
  4. coinvolgimento in programmi di scambi internazionali fino a un massimo di 2 punti

La somma dei punti a-b viene arrotondata per eccesso o difetto al numero intero più vicino

c. qualità della tesi e discussione: massimo 9 punti per tesi di ricerca, massimo 5 punti per tesi compilativa

La lode viene attribuita con parere unanime della Commissione e con votazione ≥ 100 tra somma della media aritmetica e lodi.

La menzione (encomio) può essere attribuiti se soddisfatti i seguenti requisiti:

  • voto di partenza (voto derivato dai punti a-e) ≥   107/110;
  • tesi di ricerca ;
  • un numero di lodi pari a 3;
  • essere studenti regolari in corso;
  • proposta del Relatore a giudizio unanime dei componenti della Commissione di Laurea.

 

Ultimo aggiornamento il: 22/11/2021