Laurearsi

Il titolo di studio è conferito previo superamento di una prova finale che consiste nella presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore, davanti a una commissione di docenti, composta secondo quanto previsto dal Regolamento didattico di Ateneo.

Sessioni di Laurea 2021

La sessione di laurea da aprile 2021 si svolgeranno in presenza secondo il protocollo di sicurezza Covid 19
Gli ospiti che vogliono assistere alle sedute online, con microfono e video camera chiusi, possono accedere dai link che verranno pubblicati in tempi utili su questa pagina.

 

Attività formative per la preparazione della prova finale

Lo Studente ha a disposizione 10 crediti finalizzati alla preparazione della tesi di laurea presso strutture universitarie cliniche o di base, anche straniere. Tale attività dello Studente viene definita "Internato di Laurea"; esso dovrà essere svolto al di fuori dell’orario dedicato alle attività didattiche ufficiali, non dovrà  sovrapporsi a quelle a scelta dello studente (ADE) e dovrà essere richiesto non prima del mese di dicembre del V anno.

Lo Studente che intenda svolgere l’Internato di Laurea in una determinata struttura deve presentare al Direttore della stessa una formale richiesta corredata del proprio curriculum (elenco degli esami sostenuti e voti conseguiti in ciascuno di essi, elenco delle attività opzionali seguite, stages in laboratori o cliniche o qualsiasi altra attività compiuta ai fini della formazione).

Il Direttore della struttura, sentiti i Docenti afferenti alla stessa e verificata la disponibilità di posti, accoglie la richiesta ed affida ad un Tutore, eventualmente indicato dallo Studente, la responsabilità del controllo e della certificazione delle attività svolte dallo Studente stesso nella struttura.

L’internato all’estero può, su richiesta, essere computato ai fini del tirocinio per la preparazione della tesi.

Lo studente che abbia svolto il lavoro di predisposizione della tesi di laurea all'estero, o in collaborazione con strutture di ricerca internazionali, o che abbia svolto un periodo di studio all'estero, acquisito il consenso del Relatore, può redigere la tesi in lingua inglese. L'elaborato deve essere accompagnato da un sommario in lingua italiana. Il Relatore si fa garante della qualità, anche linguistica, dell'elaborato.

Ammissione alla Prova Finale

L'ammissione alla prova finale richiede l'acquisizione di tutti i crediti previsti dall’Ordinamento didattico, con l'esclusione dei 10 acquisibili con la prova stessa.

Potranno comunque essere ammessi alla prova finale solo gli studenti che avranno certificato la adesione alle procedure di valutazione della didattica.

L’esame di Laurea si svolge di norma nei mesi di luglio, ottobre e marzo.

Come si svolge l'esame finale

La prova finale per il conseguimento della Laurea in Odontoiatria e PD consiste nella discussione, davanti ad una commissione d’esame, di una tesi scritta in lingua italiana o inglese, elaborata e redatta dallo studente in modo originale, sotto la guida di un docente e su un tema rientrante in una delle discipline presenti nel manifesto degli studi.

La tesi di laurea, i cui contenuti vengono esposti nell’ambito di una dissertazione pubblica, nella quale lo studente sappia dimostrare padronanza di metodo e capacità di affrontare i problemi in modo autonomo e critico, può essere  compilativa o  di ricerca .

Le sessioni di laurea si svolgono secondo il calendario approvato annualmente.

L’argomento della tesi può essere attribuito, su istanza dello studente interessato, da un docente di ruolo o da un ricercatore, anche a tempo determinato, titolare di insegnamento. All’atto dell’attribuzione dell’argomento della tesi, il relatore indica altresì il docente, il ricercatore o il cultore della materia che svolgerà le funzioni di correlatore.

L’assegnazione della tesi di laurea non può in alcun modo essere condizionata al possesso di una particolare media negli esami di profitto.

Votazione

A determinare il voto di laurea, espresso in cento decimi, concorrono i seguenti elementi:

a) media ponderata

b) coinvolgimento in programmi di scambi internazionali previa approvazione da parte del CCLOPD: 0,2 al mese fino ad un massimo di 2 punti

c) punteggio proposto in seduta di laurea:

- massimo 9 punti per tesi di ricerca                    

                     qualità della tesi da 0 a 5

                     presentazione e discussione da 0 a 4

- massimo 5 punti per tesi compilativa                                                           

                     qualità della tesi da 0 a 1

                     presentazione e discussione da 0 a 4

Il voto derivato dai punti a), b) e c) viene arrotondato per eccesso o per difetto al numero intero più vicino.

Il voto complessivo di Laurea è determinato dalla somma dei punteggi previsti dalle voci "a - c".

La lode viene attribuita con parere unanime della Commissione e con votazione ≥ 100 della media ponderata.

Per ottenere la menzione (encomio) alla tesi i requisiti sono:

     - voto di partenza  ≥  107/110;

     - tesi di ricerca;

     - un numero di lodi pari a 3;

     - essere studenti regolari in corso;

     - proposta del relatore a giudizio unanime dei componenti della Commissione di Laurea.

Ultimo aggiornamento il: 08/10/2021